Sigel Pallavolo Marsala

3

 

Frigorcarni Soverato

1

 
 

PM Lore Lei Potenza

 

 

Sigel Pallavolo Marsala

 

 
 

Sigel Pallavolo Marsala TP – Frigorcarni Soverato 3-1
25-19 / 25-19 / 24-26 / 25-23
 
Sigel Pallavolo Marsala TP: Da Col 25, Casoli 17, Pichierri 11, Porzio 10, Sannino 5, Tenza 3, Pinzone 1, Maiello. Caruso (L)

Sigel Pallavolo Marsala TP – Primadonna Trani 3-0
25-14 / 25-19 / 25-19
 
Sigel Pallavolo Marsala TP: Casoli 19, Porzio 10, Da Col 11, Pichierri 10, Pinzone 5, Tenza 3, Sannino, Maiello. Caruso (L)

Sigel Pallavolo Marsala TP – AST Volley Latina 3-2
26-24 / 23-25 / 18-25 / 25-22 / 15-13
 
Sigel Pallavolo Marsala TP: Casoli 25, Porzio 16, Sannino 12, Da Col 11, Pichierri 10, Pinzone 8, Tenza 3, Maiello. Caruso (L)

HoldMetalDiani Sambuco CH – Sigel Pallavolo Marsala 1-3
18-25 / 25-22 / 18-25 / 22-25
 
Sigel Pallavolo Marsala: Da Col 19, Casoli 19, Porzio 15, Pichierri 10, Sannino 9, Tenza 3, Maiello 1, Pinzone 1. Libero Caruso. A 5, Err.B. 9, M 9.

Sigel Pallavolo Marsala – Master Group Matera 1-3
19-25 / 25-21 / 23-25 / 21-25

 
Sigel Pallavolo Marsala: Da Col 16, Casoli 14, Porzio 13, Pichierri 10, Sannino 5, Tenza 1, Maiello 1, Pinzone. Libero Caruso.

 

 
 
Mercoledì 10 Settembre 2008

Domenica 6 Dicembre 2009

La Sigel stoppa la capolista e si rimette in corsa

La Sigel Pallavolo Marsala supera con un brillante 3-1 finale la Frigocarni Soverato, capolista imbattuta del girone D della B1 Femminile di pallavolo, dopo una gara intensa e combattuta, ricca di spunti tecnici e di pallavolo di grande qualità.

La settimana di preparazione al big match era stata tutt’altro che facile in casa Sigel. La brutta sconfitta di Mercato San Severino aveva minato seriamente le convinzioni azzurre, e per ristabilire l’equilibrio ma soprattutto il morale il risultato contro Soverato non poteva che essere uno solo: la vittoria! Solo così la squadra allenata da Marcello Sarcinella poteva restare agganciata alla zona alta della classifica e continuare a poter sperare di rivestire un ruolo da protagonista fino alla fine. Soverato, forte dei 20 punti sui 21 disponibili, aveva la piena consapevolezza della propria forza, e vedeva materializzarsi la ghiottissima occasione di mettere a segno una scorribanda in terra sicula approfittando anche del momento non roseo attraversato dalle sigelline. Questi gli stati d’animo delle due squadre scese in campo al PalaBellina, PalaBellina che indossava il “vestito buono”, quello delle grandi occasioni, con quasi mille persone strette in ogni ordine di posto, per assistere allo spettacolo preannunciato, e per sostenere a gran voce le proprie beniamine.

L'inizio è stato un monologo Sigel. Due set fotocopia (25-19 / 25-19), con qualche leggero brivido solo al secondo set, quando in partenza le sigelline, tanto care al presidente Massimo Alloro, si ritrovavano a dover ricucire uno strappo di 4-1 per le ospiti; break ricucito agevolmente e redini del parziale nuovamente in mano alle azzurre.

Sotto di due set, coach Montemurro chiama a raccolta il settimo “uomo” in campo, l’orgoglio delle sue atlete, e queste rispondevano “presente”! Partenza sprint delle calabresi (6-2) prima di subire il ritorno delle Sigelline che tornano a giocare il parziale punto a punto. Sul 20-23 erano flebili le speranze di poter chiudere il match in tre set, ma un break perentorio e miracoloso porta la Sigel in vantaggio 24-23, con a disposizione la palla per chiudere il match, ma sarà Vanni a concretizzare l’azione e ristabilire la parità. A Valentina Da Col la responsabilità di chiudere il set, forza l’attacco alla ricerca delle mani alte del muro, ma è sfortunata in entrambi le occasioni, e Soverato accorcia le distanze (24-26).

Quarto set da panico. Partenza bruciante di Caruso e socie (4-0, 8-5) e prosegue fino al massimo vantaggio di sei punti sul 15-9. La gara sembra ormai in discesa, ma dall’altra parte c’è la capolista, e Vanni lo mette in chiaro piazzando quattro muri di fila ricucendo abbondantemente lo strappo portandosi in svantaggio di soli due punti alla seconda sospensione tecnica (16-14). Finale palpitante, pubblico infuocato, fischi, incitamenti, uno spettacolo nello spettacolo, ed è la Sigel ad esserne protagonista, con Valentina Da Col, top scorer dell’incontro con 25 punti, a mettere giù il punto della vittoria, la vittoria contro la capolista.

Le due squadre si conoscono a memoria, ognuna conosceva perfettamente i punti di forza e di debolezza dell'altra essendosi incontrate già tre volte in due mesi, la gara si doveva vincere sui nervi e con la testa. Questo aveva chiesto coach Sarcinella alle sue ragazze, e questo è stato il risultato sul campo; battuta aggressiva fin dall'inizio per mettere in difficoltà la ricezione di Soverato e non consentire alla bravissima Peluso la possibilità di costruire facile per le bocche di fuoco calabresi, dall'altra parte Tenza, forte dello spendido lavoro di Titty Caruso e delle compagne di reparto, armava al meglio le sue attaccanti mettendo a dura prova il muro.

Sabato sera al Palabellina non ci sono stati nè vinti nè vincitori: ha vinto lo sport, nei suoi valori più alti, ha vinto la pallavolo per lo spettacolo che si è visto sul taraflex, ha vinto il pubblico di Marsala per la sua sportività applaudendo tutte quante le protagoniste. Il campionato è ancora lungo, e ci piace pensare che Soverato e Marsala possano essere protagoniste fino alla fine.


COMMENTI POST-PARTITA

Massimo Alloro, presidente Sigel Marsala: “Devo dire che stasera c’è stato veramente uno spettacolo grandissimo al PalaBellina, perchè le squadre in campo sono fra il meglio che esprime il girone meridionale della B1. Due squadre che si conoscono benissimo per essersi incontrate per ben due volte in Coppa Italia con i successi della Sigel, e una volta a Salemi in torneo con il successo delle calabresi. La differenza la doveva fare la mentalità e la voglia di vincere, la fermezza con cui bisognava andare in campo a riscattare la brutta sconfitta di Mercato San Severino”.

Marcello Sarcinella, allenatore Sigel Marsala: “Col rischio di sbagliare qualche battuta in più, abbiamo fatto la scelta di forzare molto il servizio abolendo anche delle regole basilari che di solito tengo a far rispettare, ma se vogliamo mettere in difficoltà queste squadre dobbiamo rischiare. Le mie ragazze sono state spendide, fantastiche, c’hanno messo quella grinta e quegli occhi non gli ho mai visto. Altre volte hanno vinto con la tecnica, con le loro qualità, oggi hanno vinto con il cuore. Ci siamo trovati sia nel terzo che nel quarto set in difficoltà enormi, sono riuscite a riprendere la partita avendo pure la palla del 3-0. Poi devo fare un ringraziamento grosso, a due persone che sono Ciccio Campisi e Fabrizio Clorofilla, perchè mi hanno dato molto sostegno. Questa non è stata per niente una settimana facile per me, e grazie a loro ho continuato. Io ho il cuore a Marsala, e vedere questo tipo di situazione e non riuscire a modificarla per me era difficile, non mi trovavo bene. Anche se la società mi ha confermato la fiducia io ho comunque pensato ad una decisione drastica, volevo che le ragazze reagissero in qualche maniera, ma loro hanno dato sul campo la fiducia a me, e oggi hanno dimostrato di volere me come allenatore”.

 
 
 

 

Rota Volley San Severino SA

21

Frigorcarni Soverato CZ

20

PM Lore Lei Avis Potenza

18

Sigel Pallavolo Marsala

17

Master Group Matera

16

Prof.Casa Valenzano BA

15

AST Volley Latina

14

Grafic Line Scafati SA

12

Primadonna Coll. Trani BA

10

Holdmetal Sambuco CH

10

Caffè Circi Sabaudia LT

6

Pall. Orlandina ME

6

Engeco Piscine Lamezia CZ

3

Progetto Volley Priolo

0

 

 

© All rights reserved Marsala Volley Project

Sede: corso Amendola, 33 – MARSALA – Rec. Corr.: Cas.Post. 73 PP.TT. Marsala centro

P.iva: 01898250814 - Tel. 0923/22729 – fax 0923/544329- info 338/7617390

Sito realizzato da Fabrizio Clorofilla [fabrizio@volleyplanet.it]